Maria Letizia Paiato

Maria Letizia Paiato

Storico e critico dell’arte, insegna Storia dell’Arte Contemporanea presso l’Accademia Belle Arti di Lecce. È Pubblicista e capo-redattore della storica Rivista Segno di Pescara. È Dottore di Ricerca (Ph.D) e Specializzata in Storia dell’Arte e Arti Minori all’Università degli Studi di Padova nel campo dell’illustrazione di Primo ‘900. Sull’argomento ha pubblicato vari contributi saggistici, fra i più recenti nel 2016: L’Illustrazione Umoristica fra Otto e Novecento a Modena. Satira, immagini e ricerche, con un’introduzione di Paola Pallottino edito da Sala Editori.

Boccioni vs Picasso
Fra l’estate del 1910 e quella del 1911, mentre a Parigi Picasso ha già elaborato un avanzato sistema di scomposizione della forma cubista, Boccioni in Italia si rende conto di come la teoria futurista corra troppo in avanti rispetto alla pratica. Il Futurismo, sbeffeggiato e disprezzato da Ardengo Soffici per la mostra di Arte Libera tenutasi a Milano nell’aprile del 1911 – giudizio costato al letterato uno schiaffo ricevuto da Boccioni durante la cosiddetta spedizione punitiva al caffè fiorentino delle Giubbe Rosse – è però motivo per lo stesso artista di riflessione sul movimento. Come pretendere di essere all’avanguardia in Europa senza conoscere direttamente ciò che avviene nella sua capitale elettiva? Presto detto, presto fatto: a febbraio del 1912 nella Ville Lumière s’inaugura la prima mostra collettiva futurista alla Galleria Bernheim-Jeune. Da questo momento in poi, il rapporto dialettico con il cubismo si fa sempre più polemico, assumendo a livello teorico i caratteri di un vero e proprio scontro fra le due avanguardie, dove Boccioni e Picasso rappresentano i motori, per molti aspetti affini, di nuove definizioni plastiche e dinamiche dello spazio.

In queste due visioni dell’arte di Primo Novecento, immerse in un’atmosfera d’avanguardia antitradizionale e dinamica, visioni che hanno il sapore di una vera e propria Art battle, si annidano grandi sogni di libertà creativa e di cambiamento. Sogni che ripercorreremo insieme per Tempi Moderni.

Venerdi 23 Novembre alle 18.00

Start typing and press Enter to search